Home Servizi In caso di infortunio – copertura INAIL

In caso di infortunio – copertura INAIL

 

INAIL TELEMATICO

Portale INAIL: http://www.inail.it/ Il browser da utilizzare per un corretto funzionamento del portare INAIL è EXPLORER (sbloccare i pop-up) Elenco dei responsabili di struttura e dei delegati abilitati alla DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI IFORTUNIO


INFORMAZIONI UTILI

Medici Specializzandi – Comunicazione/denuncia infortuni – ufficio preposto presso le strutture ospitanti Circolare 40034 del 16/09/2015 Circolare 67421 del 30/08/2017 nuove procedure per la gestione della denuncia di infortunio Non sono considerati infortuni i malori (es. svenimento). La tutela INAIL -gestione per conto dello Stato opera esclusivamente nel caso in cui lo studente svolga esperienze tecnico-scientifiche, esercitazioni pratiche ed attività motorie; sono pertanto esclusi dalla tutela INAIL gli infortuni eventualmente occorsi agli studenti durante la formazione teorica in aula e negli spazi comuni dell’Ateneo. Infortuni in itinere: infortunio occorso al lavoratore lungo il normale tragitto (senza interruzioni o deviazioni)

  • di andata e ritorno dall’abitazione al luogo di lavoro,
  • da un luogo di lavoro all’altro,
  • dal luogo di lavoro a quello di consumazione dei pasti.

Gli studenti di ogni ordine e grado di norma non sono tutelati contro gli infortuni in itinere fatto salvo:
A) coloro che svolgono un tirocinio pratico promosso dall’Università degli Studi di Pavia presso un ente/azienda pubblico o privato;
B) i medici specializzandi nel tragitto effettuato per recarsi a prestare le attività pratiche presso le strutture ospedaliere (o da queste verso la propria abitazione); la tutela dell’infortunio in itinere non è prevista quando si recano presso le scuole di specializzazione per la formazione teorica in aula, sia che provengano dalla propria abitazione, sia che provengano da strutture ospedaliere;
C) stagisti laureandi e laureati che sono coinvolti in stages promossi dall’Università statale presso aziende o Enti quando si recano presso gli Enti esterni a prestare la propria attività lavorativa. Istruzioni Denuncia/Comunicazione di infortunio Criteri per la trattazione dei casi di infortunio avvenuti in missione e in trasferta.- Circolare Inail n.52 del 23 ottobre 2013


COSA FARE IN CASO DI INFORTUNIO

Obblighi per l’infortunato
In base all’entità del danno subìto, recarsi o farsi accompagnare al pronto soccorso sanitario più vicino. Avvisare immediatamente dell’infortunio accaduto il Rappresentante del Datore di Lavoro e/o la segreteria della struttura. Lo studente di ogni ordine e grado farà riferimento diretto al responsabile del laboratorio/corso, al relatore della tesi, al tutor. Consegnare prima possibile il certificato medico rilasciato dal pronto soccorso o dal medico di base redatto su apposito modulo INAIL che riporta i giorni di prognosi. Il lavoratore è obbligato a dare immediata notizia al datore di lavoro di qualsiasi infortunio gli accada, anche se di lieve entità (art. 52, d.p.r.n.1124/1965); non ottemperando a tale obbligo e nel caso in cui il datore di lavoro non abbia comunque provveduto all’inoltro della denuncia/comunicazione nei termini di legge, l’infortunato perde il diritto all’indennità di temporanea per i giorni ad esso antecedenti. Per la compilazione della denuncia di infortunio superiore a 3 giorni è necessario fornire le seguenti informazioni:

  • dati anagrafici;
  • luogo dell’infortunio;
  • descrizione dell’infortunio;
  • dati di eventuali testimoni, se presenti;
  • in caso di infortunio causato dalla circolazione di veicoli, dati dei veicoli.

Obblighi del Rappresentante del Datore di Lavoro
Ricevuto il certificato medico, che dovrà essere protocollato in entrata apponendo la seguente dicitura “”Documento di competenza dell’Università di Pavia – Dipartimento/Struttura/Scuola……” con firma leggibile,  il Rappresentante del Datore di Lavoro deve: rivolgersi al  Datore di Lavoro/Delegato abilitato alla denuncia/comunicazione infortuni on line – INAIL (http://www.inail.it/), che dovrà essere fatta entro 48 ore dal ricevimento del certificato (il sabato non festivo è considerato giorno lavorativo); per infortuni mortali, entro 24 ore dall’accadimento dell’infortunio; la denuncia deve essere preceduta da un telegramma (alla sede INAIL territorialmente competente) . La mancata o ritardata denuncia infortuni comporta una sanzione pecuniaria da €1.290,00 a €7.745,00; il codice fiscale mancante o inesatto comporta una sanzione di €129,00.

Obblighi del Datore di Lavoro/Delegato per la trasmissione della denuncia on-line superiore a 3 giorni
Denuncia/comunicazione di infortunio on-line come previsto dall’art.18 c.1 l. r D.Lgs 81/2008 a decorrere dal prossimo 12 aprile 2017, gli infortuni con prognosi da 1 a 3 giorni devono essere comunicati in via telematica a INAIL entro 48 ore a decorrere dalla ricezione del certificato medico. Tale comunicazione viene richiesta ai fini statistici in seguito all’entrata in vigore del D.M. 25/05/2016 n.183 che ha istituito il Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro SINP. Rimane invariato l’obbligo di comunicazione degli infortuni superiori a 3 giorni.

Procedure da seguire
SEMPRE – registrazione sul registro infortuni dell’Ateneo collegandosi al link https://sites.google.com/a/unipv.it/denuncia-infortuni/ e trasmissione della documentazione via PEC al Magnifico Rettore

Infortunio con prognosi da 1 a 3 giorni escluso quello dell’evento; registrazione sul registro infortuni dell’Ateneo, comunicazione in via telematica a INAIL e trasmissione della documentazione via PEC al Magnifico Rettore Infortunio con prognosi superiore a 3 gg oltre a quello dell’evento; registrazione sul registro infortuni dell’Ateneo, comunicazione in via telematica a INAIL e trasmissione della documentazione via PEC al Magnifico Rettore.

Si ricorda che in caso di mancata comunicazione della denuncia di infortunio INAIL potrà applicare le seguenti sanzioni:

  • per mancata o ritardata denuncia di infortunio con prognosi da 1 a 3 giorni escluso quello dell’evento e prevista l’erogazione di una sanzione di importo variabile da € 548,00 ad € 1.972,80
  • per mancata o ritardata denuncia di infortunio superiore a 3 gg oltre a quello dell’evento è punita con la sanzione amministrativa che ammonta da un minimo di € 1290,00 ad un massimo di € 7.745,00

SEMPRE essere in possesso del certificato medico rilasciato dal Pronto Soccorso o del certificato rilasciato dal medico di base su apposito modulo INAIL e protocollato dalla propria struttura;

  • reperire le seguenti informazioni: dati anagrafici;
  • luogo dell’infortunio; descrizione dell’infortunio
  • dati di eventuali testimoni, se presenti;
  • in caso di infortunio causato dalla circolazione di veicoli, dati dei veicoli.

Nel modulo on-line di denuncia infortuni INAIL è indispensabile indicare il Codice INAIL dell’Università degli Studi di Pavia (3107).

Nel caso in cui la procedura telematica non sia funzionante al momento della compilazione, scaricare all’indirizzo http://www.inail.it/internet/default/Modulistica/Infortuniosullavoro/index.html il modello cartaceo e inviarlo tramite PEC, allegando, ove possibile, la stampa della schermata di errore restituita dal sistema.

Il codice fiscale mancante o inesatto comporta una sanzione di €129,00.

Comunicazione dell’infortunio all’Amministrazione universitaria
Inviare al Magnifico Rettore con lettera di accompagnamento copia del certificato medico e della eventuale documentazione ad esso allegata per permettere la registrazione cronologica sul Registro Infortuni di tutti gli infortuni accaduti elencati di seguito e che sono stati formalmente comunicati mediante la presentazione del certificato medico rilasciato dal pronto soccorso.

TIPO INFORTUNIOComunicazione al Magnifico RettoreAnnotazione sul Registro InfortuniDenuncia all’INAIL
a rischio bilogico (tagli, punture con ago, schizzi e/o imbrattamenti con sangue o liquidi biologici) che non danno seguito a giorni di astensione dal lavoro (prognosi 0)SISINO
con prognosi da 1 a 3 giorni escluso quello dell’eventoSISISI entro 48 ore dalla data di ricevimento del certificato
con prognosi superiore a 3 giorni

SI

SISI entro 48 ore dalla data di ricevimento del certificato
infortuni con morte o pericolo di morte del lavoratore SISISI entro 24 ore dall’accadimento dell’infortunio (inviare immediatamente telegramma)

 


COME PROFILARE I DELEGATI

Collegarsi alla pagina:  http://www.inail.it/, entrare utilizzando le credenziali di accesso comunicate precedentemente dall’Amminsitrazione tramite PEC.

Per la profilazione dei delegati è necessario essere in possesso dei seguenti dati: C.F. data e luogo di nascita degli stessi.

La procedura genera una password che va stampata e consegnata al delegato (non può essere salvata e non viene trasmessa automaticamente all’indirizzo mail)

I nominativi del personale Delegato vanno trasmessi all’indirizzo safety@unipv.it

ISTRUZIONI PER L’ACCESSO AL PORTALE INAIL

Manuale utente per l’utilizzo del servizio Gestione utenti e profili

Per informazioni rivolgersi a:

Dott.Davide BARBIERI 0382984831

Rega Marcella 0382984975

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi