Linee guida e tipologie di accordi

Accordi Internazionali

L’Università degli Studi di Pavia, nell’ambito del processo di Internazionalizzazione d’Ateneo, instaura rapporti di collaborazione accademica e di scambi tra studenti e docenti con prestigiose università straniere. Questi rapporti sono stabiliti tramite Accordi stipulati nell’interesse generale dell’Ateneo che possono essere di carattere generico (Memorandum d’Intesa) o negoziale (Accordo Quadro di Cooperazione Internazionale e Protocollo Attuativo) e possono prevedere diverse tipologie di attività, inclusa la mobilità di docenti, ricercatori o studenti.

Gli Articoli 1 e 2 dello Statuto del nostro Ateneo recitano: «[…] nel rispetto della sua antica vocazione europea e internazionale, l’Università favorisce e attua forme di collaborazione con altre Università, con le istituzioni statali e sovranazionali, con enti pubblici e privati, con centri scientifici e culturali, nazionali e internazionali, anche attraverso accordi di programma, per il conseguimento di ogni obiettivo che concorra allo sviluppo culturale, scientifico, tecnologico ed economico del Paese. […]L’Università promuove la propria dimensione internazionale attraverso mobilità dei docenti e degli studenti, programmi integrati di studio, iniziative di cooperazione interuniversitaria per attività di studio e di ricerca e attivazione di insegnamenti e corsi di studio in lingua straniera.».

Scarica documenti utili

Esistono altre tipologie di Accordi Internazionali di Ateneo, tra cui:

  • Accordi di scambio LLP/Erasmus
  • Accordi per Dottorati
  • Accordi di cotutela
  • Accordi Quadro di Collaborazione Internazionale per Dottorati di Ricerca
  • Accordi per la realizzazione di progetti, ad esempio nell’ambito di Programmi europei (Tempus, Erasmus Mundus, etc.): i testi sono generalmente standard e si trovano allegati al bando di concorso.
  • Accordi Internazionali di Dipartimento/Centro:

sono gli Accordi sottoscritti dai singoli Dipartimenti o Centri e sono adottati nel caso in cui le attività previste riguardino un ambito specifico e siano rivolte a docenti, ricercatori o studenti di un singolo Dipartimento o Centro. Gli Accordi di Settore sono regolamentati in base all’autonomia amministrativa e negoziale dei Dipartimenti/Centri. Qualora le attività si estendano anche ad altre strutture oltre a quella proponente, è possibile trasformare un Accordo di Dipartimento/Centro in Accordo di Ateneo, seguendo la stessa procedura che vale per la stipula di nuovi Accordi di Cooperazione Interuniversitaria Internazionale.